www.industria-online.com
Westermo Teleindustri AB

Ethernet Extender ad altà velocità con tecnologia SHDSL

Grazie alla tecnologia di trasmissione SHDSL, l'Extender Ethernet Westermo DDW-120 consente di utilizzare i doppini in rame tradizionali per stabilire una connessione remota ad alta velocità tra due reti Ethernet. Con velocità di trasporto fino a 5.7 Mbit/s e una distanza operativa fino a 15 km a bassi flussi di dati, questo prodotto rappresenta un’alternativa, facile da installare, alla fibra ottica o ai sistemi radio, quando si collegano reti Ethernet remote. Inoltre, il DDW-120 impiega un'unità di blocco transiente su ciascuna interfaccia di linea per offrire protezione sia da sovracorrente sia da sovratensione, consentendo al contempo la soppressione di transienti, tensioni indesiderate, induzioni di potenza e cortocircuiti.

Ethernet Extender ad altà velocità con tecnologia SHDSL
Per sua natura, una rete Ethernet standard è limitata a una distanza di 100 m per trasmissioni punto-punto su cavi in rame. Per distanze maggiori, non si possono usare i cavi Ethernet UTP standard. Per creare un collegamento ad alta velocità tra due reti Ethernet distanti fra loro è necessario un estensore. Il DDW-120 usa doppini in rame anziché costose fibre ottiche o collegamenti radio. Questa unità Plug-and-Play soddisfa molte applicazioni, offrendo trasmissione di dati da 192 kbit/s a 5.7 Mbit/s in entrambe le direzioni, su distanze fino a 15 km (segnaletica ferroviaria, a bordo o su rotaie, tunnel, autostrade, porti, stazioni elettriche, estesi siti industriali, ecc).
La funzionalità Link Fault Forward (LFF) nel DDW-120 inoltra informazioni sullo status del collegamento Ethernet, inviandole sul collegamento SHDSL tra le due unità DDW-120. In molte applicazioni è richiesto di disconnettere il collegamento sull’altro lato del collegamento SHDSL se il principale collegamento Ethernet fallisce. La funzione LFF utilizza i bit nel frame SHDSL superiore e non influisce sull’ampiezza di banda. L’unità opposta, quindi, legge i bit, mentre lo status del collegamento muterà a seconda delle informazioni ricevute. L’utente può vedere lo status LFF sul Led dell’unità.

Configurazione e diagnostica semplici
L’installazione e la configurazione del DDW-120 sono molto semplici: non è richiesta alcuna configurazione software per rendere operative le unità. Se si usano cablaggi lunghi o insufficienti, alcuni parametri possono essere rivisti via DIP-switch per ottimizzare le performance, mentre l’unità è fornita anche di una funzione di diagnostica avanzata che consente all’installatore di analizzare la qualità della linea e lo stato della connessione (richiede un cavo per la diagnostica).

Affidabilità elevata per ambienti industriali gravosi
Le unità sono ben equipaggiate per l’utilizzo in ambienti industriali gravosi. Isolamento galvanico totale e protezione transiente sono standard per tutte le interfacce. Le interfacce di linea sono anche equipaggiate con una protezione estensiva dai sovra-voltaggi e dai transienti. La cassetta montata su DIN rende le unità robuste e consente alla temperatura dell’aria circostante di stazionare tra i -40 e i 70°C. Per consentire una comunicazione senza interruzioni le unità sono equipaggiate con input di potenza ridondanti che abilitano l’uso di due forniture separate con un range di voltaggio operativo tra 10 e 60 VCC.

Il DDW-120 è trasparente per l’indirizzamento multicast, pacchetti VLAN e permette soluzioni VPN per IPSec. Esso può anche essere usato con protocolli come MODBUS/TCP e Profinet IO. Le unità auto-regolamentano la velocità di trasmissione ma possono anche essere forzate a scegliere un flusso di dati più lento (e più affidabile) o più veloce (meno affidabile). Il DDW-120 può essere usato in applicazioni punto a punto o come un’unità iniziale o terminale insieme al DDW-220/221/222 in applicazioni a stella.

Contatti:
Bo Jansson
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
www.westermo.com
 

  Richiedi maggiori informazioni…

LinkedIn
Pinterest

Unisciti agli oltre 15.000 follower di IMP